Ascolta il nostro spot radio in onda sul gruppo

Sei nel settore Ginecologia

Parto per via Vaginale dopo un Taglio Cesareo

Il 76% delle donne che ha subito un taglio cesareo in precedenti gravidanze può riuscire a partorire, alla gravidanza successiva, tramite un parto vaginale.

Importante è essere seguite da personale esperto in questa pratica non scevra da rischi ed essere consapevoli delle possibili complicanze e del fatto che in circa il 20-25% dei casi si deve comunque ricorrere a un taglio cesareo, per il rischio di rottura dell’utero o di sofferenza fetale.

Il medico dovrà valutare bene la possibilità di un parto vaginale tenendo conto del tempo intercorso dall’ultimo cesareo (almeno 18-24 mesi), altri eventuali problemi medici della madre e le dimensioni del feto, ma soprattutto informare correttamente la gestante su quelli che potranno essere i benefici e rischi di tale procedura.

COMPLICANZE

  • Rottura dell’utero: interessa circa un parto vaginale dopo cesareo ogni cento ed è la complicanza più temibile, che si verifica solitamente in corrispondenza della cicatrice del pregresso taglio cesareo e comporta la migrazione del feto e dei suoi annessi (placenta e cordone ombelicale) all’interno dell’addome della gestante, con conseguenze gravissime, come traumi e lesioni del bambino, encefalopatia ipossico-ischemica, paralisi cerebrale neonatale, morte del neonato e necessità di ricorrere all’isterectomia d’urgenza (asportazione chirurgica dell’utero).
  • Lesioni fetali
  • Sofferenza fetale
  • Infezioni: il parto vaginale dopo pregresso parto cesareo comporta un maggior rischio di infezioni sia per la madre che per il feto.
  • Parto cesareo: un quarto dei parti che inziano come vaginali, dopo pregresso parto cesareo, diventano obbligatoriamente anch’essi cesarei. Ultimamente sono stati pubblicati degli studi in letteratura, che prevedono la stima del rischio per una determinata donna di dover convertire il parto vaginale in cesareo, tramite l’uso dell’ecografia, ma saranno necessari ulteriori approfondimenti in materia, prima che questa tecnica possa essere impiegata quotidianamente nella pratica clinica.

Raccontaci il tuo caso di malasanità.



Se ritieni di aver subito un danno da responsabilità medica e desideri giustizia,
compila il modulo qui sotto. Ti chiameremo noi tempestivamente.

Accetto le condizioni relative alla norma sulla Privacy e le Condizioni d'uso.


Invia questo articolo ad un amico