Ascolta il nostro spot radio in onda sul gruppo

Sei nel settore Chirurgia

Isterectomia e istero-annessiectomia

L’isterectomia è un intervento ginecologico che prevede l’asportazione dell’utero, l’istero-annessiectomia prevede sia l’asportazione dell’utero che dei suoi annessi, ovvero tube di falloppio e ovaie.
E’ un intervento estremamente delicato e molto invasivo per la donna, ed è associato a tutti i principali rischi di un intervento chirurgico, tra cui:

  • Emorragie
  • Tromboembolie
  • Complicanze anestesiologiche
  • Infezioni
  • Perforazioni dell’intestino
  • Occlusioni intestinali
  • Aderenze post-operatorie
  • Lesioni alla vescica, all’uretere e al retto

Per questo tipo di complicanze, laddove si sia accertata negligenza da parte del medico, il paziente può richiedere il risarcimento del danno.

Tra le principali complicanze dell’isterectomia o dell’istero-annessiectomia, le lesioni dell’uretere rappresentano circa il 6% dei contenziosi medico-legali nei paesi occidentali.
In particolare, le lesioni durante questa tipologia di interventi si attestano tra:

  • 0,03% – 2% dopo isterectomia addominale
  • 0,02% -05% dopo isterectomia vaginale
  • 0,2% -6% dopo isterectomia laparoscopica
  • 1,7% -3% dopo interventi uro ginecologici

Le lesioni ureterali sono solitamente presenti in interventi di isterectomia dovuta a carcinomi della cervice, dell’endometrio, per carcinoma ovarico, in presenza di fibromi uterini, e in interventi per endometriosi.
Sembra sia più colpito l’uretere sinistro e le % aumentano se si tratta di successivi interventi anche per altre tipologie di chirurgia addominale o in pazienti sottoposte a pregressi cesarei.

Nel 50% dei casi, la lesione viene riconosciuta nel corso dell’operazione e trattata contestualmente.
In altri casi, dopo alcune settimane possono manifestarsi i sintomi della presenza di urina nella cavità peritoneale (uroperitoneo).
In una ridotta percentuale, l’uretere può essere stato inavvertitamente legato e la lesione rimane trascurata, causando se non trattata precocemente, la progressiva perdita della funzionalità dell’organo.

Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di una isterectomia o istero-annessiectomia.
Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

Raccontaci il tuo caso di malasanità.



Se ritieni di aver subito un danno da responsabilità medica e desideri giustizia,
compila il modulo qui sotto. Ti chiameremo noi tempestivamente.

Accetto le condizioni relative alla norma sulla Privacy e le Condizioni d'uso.


Invia questo articolo ad un amico