Ascolta il nostro spot radio in onda sul gruppo

Sei nel settore Ginecologia

Ipertensione Polmonare persistente neonatale

L’ipertensione polmonare persistente del neonato (PPHN) è una condizione patologica caratterizzata da un’anomala vascolarizzazione dei polmoni, che colpisce soprattutto i nati a termine o oltre il termine di gravidanza, che presentano gravi difficoltà respiratorie.

CAUSE

  • Asfissia neonatale
  • Ipossia neonatale
  • Sindrome da aspirazione di meconio
  • Chiusura prematura del dotto arterioso o del forame ovale
  • Policitemia
  • Ernia del diaframma
  • Sepsi del neonato

SINTOMI

  • Colorazione bluastra della cute
  • Difficoltà respiratorie (respiro corto e superficiale)
  • Battito cardiaco accelerato
  • Mancato miglioramento della sintomatologia dopo la somministraione di ossigenoterapia al 100%

DIAGNOSI
Il sospetto diagnostico viene posto per tutti quei neonati che presentino ipossia, cianosi e dispnea e viene confermato da esami strumentali (rx torace, ecocardiogramma, emogasanalisi e, solo quando si sospetti un’infezione, la puntura lombare).

TERAPIA
Purtroppo il tasso di mortalità legato a questa patologia del neonato va dal 10 all’80% e dipende dalla causa sottostante l’ipertensione polmonare. Il trattamento deve essere impostato il più precocemente possibile per evitare non solo la morte ma anche importanti rischi come:

  • Lesioni neurologiche a lungo termine
  • Emorragia cerebrale
  • Convulsioni del neonato
  • Patologie renali
  • Arresto cardio-circolatorio
  • Shock

La terapia consiste nella somministrazione di ossigeno, tramite una maschera a pallone o ventilazione meccanica.

Raccontaci il tuo caso di malasanità.



Se ritieni di aver subito un danno da responsabilità medica e desideri giustizia,
compila il modulo qui sotto. Ti chiameremo noi tempestivamente.

Accetto le condizioni relative alla norma sulla Privacy e le Condizioni d'uso.


Invia questo articolo ad un amico