Ascolta il nostro spot radio in onda sul gruppo

Sei nel settore Ginecologia

Indice di Apgar

Alla nascita il neonato viene affidato alle cure dello specialista neonatologo, il quale valuta il suo stato di salute e la presenza di eventuali anomalie e/o malformazioni e si esprime assegnando un punteggio (il cosiddetto Indice di Apgar). Esso viene calcolato al momento della nascita (al primo minuto di vita) e dopo altri cinque minuti, considerando:

  • Frequenza cardiaca del neonato
  • Attività respiratoria spontanea
  • Tono muscolare
  • Colorito
  • Eccitabilità riflessa

Per ogni parametro viene assegnato un punteggio da 0 a 2, che poi viene sommato agli altri, ottendo così l’indice complessivo.

  • Apgar tra 7 e 10: il neonato sta bene, non presenta problemi rilevanti.
  • Apgar tra 4 e 6: il neonato presenta una sofferenza di grado medio, va stimolato a respirare ed eventualmente va praticato un massaggio cardiaco esterno.
  • Apgar tra 0 e 3: il neonato è in grave sofferenza e ha bisogno di cure intensive.

Solitamente un indice di Apgar basso è dovuto a un diminuito flusso di ossigeno al feto (come avviene ad esempio in caso di prolasso del cordone, rottura d’utero, distacco prematuro della placenta, traumi al bambino, infezioni e pre-eclampsia), condizione estremamente pericolosa per il benessere del nascituro, che può portare in breve tempo a importanti problemi neurologici (come l’encefalopatia ipossico-ischemica).

Raccontaci il tuo caso di malasanità.



Se ritieni di aver subito un danno da responsabilità medica e desideri giustizia,
compila il modulo qui sotto. Ti chiameremo noi tempestivamente.

Accetto le condizioni relative alla norma sulla Privacy e le Condizioni d'uso.


Invia questo articolo ad un amico