Ascolta il nostro spot radio in onda sul gruppo

Sei nel settore Chirurgia

Colecistectomia laparoscopica

La colecistectomia laparoscopica è l’asportazione della colecisti affetta da calcoli. La tecnica laparoscopica è utilizzata dai chirurghi nel 70% dei casi ed è caratterizzata dall’introduzione, tramite piccole incisioni, di 3 o 4 strumenti da 5-10mm a 10-12 mm detti Trocar, inseriti attraverso una cannula nella cavità dell’addome.

Una percentuale rilevante di colecistectomie laparoscopiche tra l’1% e il 12% va incontro a conversione dell’intervento (da laparoscopia a operazione tradizionale), dovuto a complicanze intraoperatorie.

La causa principale di danno per il paziente è legata a lesioni iatrogene, ovvero conseguenze negative sul paziente dovute a errori medici, che soprattutto nei primi anni sono state estremamente numerose, e per le quali è possibile richiedere un risarcimento danni.

Si distinguono due tipologie di lesioni iatrogene:

Lesioni iatrogene maggiori: dove il danno è a carico della Via Biliare Principale (VBP) e dei dotti alla convergenza biliare principale

Lesioni iatrogene minori: dove il danno riguarda i dotti periferici di destra e il dotto cistico

Le lesioni iatrogene delle vie biliari avvengono in 0,5% degli interventi di colecistectomia laparoscopica. Le principali cause sono da ricercarsi:

  • Nelle curve di apprendimento della tecnica da parte dei chirurghi: un chirurgo di esperienza riduce al minimo la possibilità di complicanze
  • Negli strumenti utilizzati in sede operatoria: la qualità della strumentazione e la sua manutenzione sono fondamentali per evitare errori medici
  • Nel quadro clinico generale del paziente: un’accurata analisi dello stato del paziente consente di prevenire eventuali complicanze

Di fondamentale importanza è anche la gestione delle eventuali lesioni. Generalmente, una diagnosi precoce, evita di degenerare in danni irreversibili per il paziente e molto dipende dalla capacità decisionale del chirurgo nel momento in cui riconosce la complicazione.
Si aggiunge che la maggior parte delle lesioni si manifestano nel periodo post-operatorio, con sintomi relativi al tipo di lesione generato.

In Italia, circa il 18% della popolazione soffre di questa patologia e si stima che in un anno vengano eseguiti 100.000 interventi di colecistectomia.

Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errato intervento di colecistectomia laparoscopica.
Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

Raccontaci il tuo caso di malasanità.



Se ritieni di aver subito un danno da responsabilità medica e desideri giustizia,
compila il modulo qui sotto. Ti chiameremo noi tempestivamente.

Accetto le condizioni relative alla norma sulla Privacy e le Condizioni d'uso.


Invia questo articolo ad un amico